1916, una donna alla guida della Cgil

Il 30 dicembre 1916
Una donna diventa segretario della Camera del Lavoro di Terni. E’ Carlotta Orientale, 23 anni. Figlia di un operaio piemontese che lavora alla fabbrica d’armi, Carlotta è nata a Terni nel 1893. A 16 anni è stata assunta come operaia allo jutificio Centurini, ma ben presto svolge il lavoro di tessitrice.

79844_ca_object_representations_media_6308_mediumlarge
Carlotta Orientale

“S’impegna in fabbrica, ma s’impegna anche nelle rivendicazioni operaie. Anarchica, partecipa attivamente alla vita sindacale e agli scioperi della “Settimana rossa”. Le donne dello jutificio Centurini, d’altra parte, vantano un passato di dure lotte per migliorare le loro condizioni di lavoro. Proprio durante lo sciopero generale del 1914 viene denunciata per violenza nei confronti della forza pubblica. Quello del 1914 fu infatti uno sciopero “duro”, disordini e scontri si registrarono in molte città italiane. Per Carlotta, due anni dopo i fatti, arriva la condanna ad un mese di reclusione.
Ma lei, donna decisa e risoluta, non si lascia intimidire e continua la sua lotta, in fabbrica e dentro la Camera del Lavoro che a Terni è particolarmente forte (conta oltre tremila iscritti). La Camera del Lavoro a Terni era nata attorno al 1890 sulle basi di un forte movimento anarchico, repubblicano e socialista. In prima fila, nelle manifestazioni a sostegno delle rivendicazioni operaie, erano sempre i dipendenti delle acciaierie e quelli dello jutificio, pur se si trattava – nel secondo caso – per la maggior parte di donne.
Segretario della Camera del Lavoro a Terni è dal 1914 Riccardo Sacconi, figura di primo piano del sindacalismo italiano. Proprio in sostituzione di Sacconi, che ricopre pesanti incarichi organizzativi in tutta l’Italia centrale, Carlotta Orientale è eletta segretario. Ha 23 anni, ma già una forte esperienza di lotta.
Ricoprirà l’incarico fino al 1919. Nel 1922, con l’avvento del Fascismo, è costretta all’espatrio in Francia.  Nello schedario della polizia sarà registrato a commento: “Ha carattere vivace, altezzoso; di scarsa educazione e di limitata coltura avendo frequentato appena la quarta elementare”.

©Riproduzione riservata
Annunci