Moto: Terni celebra i settant’anni del Circuito dell’Acciaio

circuito-acciaio

TERNI – La celebrazione avverrà il 22 luglio, settant’anni ed una ventina di giorni da quel 4 luglio 1948, quando a Terni si disputò per la prima volta il “Circuito dell’Acciaio” di motociclismo, “gara per conduttori di terza categoria”. Manco a dirlo: vinse Libero Liberati con la Guzzi “Dondolino”. E il nome Liberati ritornerà il 22 luglio prossimo per il motoraid nazionale Città di Terni, Trofeo “Giancarlo Liberati”. Giancarlo era il figlio maggiore di Libero Liberati,

Continua a leggere

Annunci

Passignano 1908: al Trasimeno le gare nazionali Rari Nantes

nuoto-1908-2Giornata di sport a Passignano sul Trasimeno il 13 luglio 1908, per le gare di nuoto “indette dalla Società Nazionale Rari Nantes”. Furono gare affollate con nuotatori che rappresentavano le squadre Rari Nantes di Milano, Pisa, Firenze, Roma, Perugia e Arezzo. Ricche le coppe in palio una della quali, splendida (ovviamente) offerta dalla regina Madre. Le gare si svolsero “sotto un sole canicolare”.

Continua a leggere

Todi, per sei anni in casa col padre sepolto in cantina

todi

Todi, 10 luglio 1950 – Per sei anni due fratelli e la madre avevano vissuto come niente fosse nella loro casa nei pressi di Todi, sapendo che in cantina c’era il cadavere del padre Rufino, murato sotto una strato spesso di mattoni e calce. Sei anni che Pio e Dante trascorsero,

Continua a leggere

Terni e rinascita della sinistra: la strada s’annuncia lunga e tortuosa

sinistra (1)TERNI – E’ vero, come fa sapere l’Associazione Berlinguer che ha fatto la prima mossa proponendo l’incontro in una saletta dell’Hotel Valentino:“Si sono confrontati personaggi della Sinistra [ternana]: Mario Andrea Bartolini, Giocondo Talamonti, Benito Montesi, Cesare Damiano, Sergio Galeazzi, Giuseppe Mascio, Alberto Pileri, Claudio Carnieri. Presenti in sala…

Continua a leggere

Perugia, tenta l’evasione: “Volevo sapere come sta la mia fidanzata”

uomo-in-manettePerugia, 9 luglio 1958 – Non c’è che dire, quel giovanotto ne aveva d’inventiva, accompagnata a una bella faccia di bronzo. Ma questa sua “dote” non gli evitò i guai. S’era fidanzato Marcello Miliaza di 27 anni, romano, con una ragazza di Perugia. Aveva messo gli occhi sulla zia, della sua fidanzata, zia Rosa, una donna di 55 anni,

Continua a leggere

Ast nel porto delle nebbie: la cessione, la Tk, gli acquirenti, il ruolo del governo italiano

acciaierie ThyssenKrupp Terni

acciaierie ThyssenKrupp Terni

Nebbia. Solo nebbia e le banchine del porto non si vedono. E se quel porto rappresentasse, come in effetti è, il rifugio sicuro per le acciaierie di Terni, per l’Ast, va da sé che quel che si prova è un senso, quanto meno, di incertezza, di ansia e di precarietà. Un grosso punto interrogativo resta appeso sopra l’Ast.

Continua a leggere

Narni: dal centro giù fino al Nera traversando Porta della Pietra

lato ovest porta della pietra

NARNI – 6 lug – L’iniziativa è nata come complemento  del progetto Gole del Nera, un’oasi, percorribile solo a piedi o in bicicletta, nella natura: i boschi e, in mezzo, il fiume Nera. Così si è pensato ad un collegamento tra la Narni sul cocuzzolo e lo sprofondo del crepaccio. E si è giunti al progetto di riqualificazione e recupero funzionale del sentiero che da Porta della Pietra arriva fino alle Gole del Nera.

Continua a leggere

1938, la Terni colosso dell’energia elettrica

lago del salto (10) 11

La diga del Salto

Nel 1938 la Terni Elettrica aveva prodotto un miliardo e 224 milioni di chilowattora: l’8 per cento della produzione nazionale. Fu un dato riferito con un certo orgoglio all’assemblea Finsider del 6 luglio 1939. E col nuovo piano autarchico per l’energia elettrica la “Terni” avrebbe considerevolmente aumentato la produzione, si annunciò.

Continua a leggere

Foligno 1958: commerciante assassinato per rapina

polizia indaginiIl corpo fu trovato sul fondo del canale della Formella, in mezzo alla melma. Era quello di un commerciante di Foligno scomparso da casa otto giorni prima: di lui non si avevano notizie al 24 giugno 1958. Era il primo di luglio quando qualcuno trovò il cadavere. Continua a leggere

1555, lite tra famiglie potenti: Borsio Paradisi uccide Muzio Castelli

11Il fatto era avvenuto il 19 febbraio del 1555: si trattava di omicidio. Erano passati più di quattro mesi e ad un episodio così grave non era stato dato alcun seguito, per cui il 30 giugno, il cardinale Giulio Feltri della Rovere, Legato pontificio a Perugia inviò un commissario: l’avvocato fiscale, Giuseppe Garofano di Spoleto.

Continua a leggere