1938, la Terni colosso dell’energia elettrica

lago del salto (10) 11

La diga del Salto

Nel 1938 la Terni Elettrica aveva prodotto un miliardo e 224 milioni di chilowattora: l’8 per cento della produzione nazionale. Fu un dato riferito con un certo orgoglio all’assemblea Finsider del 6 luglio 1939. E col nuovo piano autarchico per l’energia elettrica la “Terni” avrebbe considerevolmente aumentato la produzione, si annunciò.

Continua a leggere

Annunci

Foligno 1958: commerciante assassinato per rapina

polizia indaginiIl corpo fu trovato sul fondo del canale della Formella, in mezzo alla melma. Era quello di un commerciante di Foligno scomparso da casa otto giorni prima: di lui non si avevano notizie al 24 giugno 1958. Era il primo di luglio quando qualcuno trovò il cadavere. Continua a leggere

1555, lite tra famiglie potenti: Borsio Paradisi uccide Muzio Castelli

11Il fatto era avvenuto il 19 febbraio del 1555: si trattava di omicidio. Erano passati più di quattro mesi e ad un episodio così grave non era stato dato alcun seguito, per cui il 30 giugno, il cardinale Giulio Feltri della Rovere, Legato pontificio a Perugia inviò un commissario: l’avvocato fiscale, Giuseppe Garofano di Spoleto.

Continua a leggere

Terni, il Consiglio Comunale eletto a giugno ’18

consiglio comunale

Dopo l’elezione del sindaco Leonardo Latini, ufficializzata la composizione del consiglio comunale di Terni. Ecco l’elenco dei nuovi consiglieri…

Continua a leggere

Terni: “La sconfitta del Pd? Non è colpa mia”, la segretaria non si dimette

img_20180628_183939-2.jpg

“Il capitano non abbandona la nave che affonda” e così la segretaria del Partito democratico ternano rimane abbarbicata alla cima dell’albero maestro, di cui solo la parte più in alto resta ancora fuori dall’acqua. Lei e la sua segreteria non se ne vanno,  nonostante la richiesta sia arrivata da più parti alla riunione dell’assemblea comunale.

Continua a leggere

1554, arrivano i soldati spagnoli e Terni rinforza le mura cittadine

mortier porta spoletina porta san giovanni chiesa san cleto 5

Il tratto delle mura costruito nel 1554 (Mortier, Pianta di Terni 1637 – part.)

Il 26 giugno 1554 si gettarono le fondamenta delle mura cittadine di Terni nel tratto detto “dell’orto del convento di San Nicolao infra portas, ossia per quelle mura che collegavano la porta si San Giovanni a quella dei Tre Monumenti o Porta Spoletina. Fu una cerimonia celebrata con grande solennità:  intervennero il Magistrato,…

Continua a leggere

Perugia 1948: in manette sindacalista latitante

mezzadria, contadini, agricoltura

Una protesta dei mezzadri

PERUGIA – Un latitante. Forse considerato pericoloso. Ma che comunque non sfuggì alla morsa della giustizia. Aveva un bel nascondersi a Perugia, Antonio Rossetti, sindacalista di Federterra di Umbertide contro il quale la Procura della Repubblica di Perugia aveva emesso mandato di cattura…

Continua a leggere

1950, la “Terni” nel mirino dei trust privati

acciaierie-sciopero-viale-stazioneLa situazione appariva piuttosto complicata: la minaccia di licenziamenti gravava già sulla testa dei lavoratori delle acciaierie di Terni, degli stabilimenti elettrochimici di Papigno e Nera Montoro, delle miniere di lignite del Bastardo. Per questi ultimi si erano annunciati licenziamenti per il mese di agosto di quello stesso anno, il 1950. La Terni, controllata dall’Iri, era sottoposta all’assalto di tre grandi gruppi privati…

Continua a leggere

Libri/ Paolo Pileri: dieci anni dopo tanti campioni come lui lo ricordano così

 

Morbidelli, Pileri campion del mondo

Paolo Pileri con la Morbidelli

Paolo Pileri: chi è stato, cosa ha significato per Terni, la sua città, ma soprattutto: come lo ha conosciuto chi lo ha conosciuto da vicino? I suoi “colleghi” ed avversari, i piloti contro i quali ha corso e vinto oppure perso; i tecnici e costruttori delle motociclette che ha guidato nel campionato mondiale, i quello italiano, nelle gare da “cadetto”. A dieci anni (e più, ormai) dalla sua improvvisa scomparsa è stato il figlio Roberto a prendere l’iniziativa di un libro che …

Continua a leggere

Spoleto 1972, Menotti furioso per una scultura esposta dal Comune

 

 

 

mahler-e1529513605965

Giancarlo Menotti proprio non la poteva vedere quella statua di pietra davanti all’abside della Basilica di Sant’Eufemia. Per lui era un cazzotto in un occhio talmente violento che arrivò a minacciare di portar via da Spoleto il festival dei Due Mondi che quell’anno, il 1972, era arrivato alla quindicesima edizione…

Continua a leggere