“Memoria Storica”: da trent’anni pietra miliare per la cultura di Terni e non solo

Trent’anni sono passati dalla pubblicazione del primo numero. Il che significa che “Memoria Storica” ha “prodotto” il numero 60. Un fatto raro che una rivista storica arrivi a celebrare il  trentennale. Anzi “unico”, tiene a specificare Domenico Cialfi, coordinatore del comitato scientifico. Sottolineato pure da Alberto Stramaccioni, storico dell’Università per Stranieri di Perugia e presidente dell’Isuc, intervenuto all’iniziativa organizzata per celebrare per l’occasione, giorni addietro alla Bct di Terni.

Memoria Storica fu pubblicata per la prima volta nel marzo 1992,  e da allora è uscita ininterrottamente: “A tutt’oggi ad esclusione di alcuni bollettini di enti istituzionali, è l’unica rivista di Storia nel panorama editoriale dell’ Umbria”, aggiunge con un certo, giustificato orgoglio Cialfi.

Il professor Cialfi del comitato scientifico che avviò l’esperienza non faceva parte. Questioni di anagrafe, oltretutto. I componenti erano Marcella Arca, M.Assunta Antonucci, Pietro Borzomati, Michele Giorgini, Dario Guardalben, Cesare Massoli, Telesforo Nanni, Osvaldo Panfili, Vincenzo Pirro, Francesco Pullia, Roberto Stopponi, Gabriella Tomassini.

Memoria Storica, si spiegava, è la “Rivista del Centro di Studi StoriciTerni”,  che aveva (ed ha) lo scopo di “promuovere la ricerca storica dall’antichità ai giorni nostri su Terni, il suo territorio ed i territori contermini; promuovere e curare, nell’ambito della ricerca suddetta, studi, convegni, pubblicazioni ed altre iniziative; collaborare con enti pubblici e private e persone singole al recupero, manutenzione, ordinamento, valorizzazione del patrimonio ambientale, monumentale, storico-artistico, archivistico delle aree indicate al primo punto”. La ricerca, l’elaborazione su basi esclusivamente scientifiche, la divulgazione, il recupero e la conservazione. Questioni da far tremare i polsi, ma non a quei “pionieri” dalle basi culturali ben ferme e consistenti.

“L’iniziativa – si leggeva nello scritto di prersentaione della rivista – cade in un momento di significativa trasformazione della realtà ternana, di passaggio dalla grande industria al terziario avanzato, da modeste strutture culturali a grandi “contenitori ed elaboratori di sapere: università, video centro, bibliomediateca, che hanno bisogno di alimentarsi di una cultura diffusa e partecipativa, se non vogliono rimanere isolati ed estranei alla società civile”. Un’inizitiva che s’inseriva a pieno titolo e in modo “naturale” in quella Terni che negli anni a cavallo tra ’80 e ’90 si cercava di costruire. Un sogno che si è infranto nelle vicissitudini successive.

Ma il Centro studi Storici e la sua rivista hanno retto. E’ stata, certamente, dura in certi periodi. Ma non ci si è fermati, spinti dalla voglia di conoscere, e di far conoscere che ha animato tanti collaboratori i quali mai hanno fatto mezzo passo indietro, ed alcuni dei quali sono – trent’anni dopo – nel comitato scientifico. Con Cialfi coordinatore di esso fanno parte Laura Andreani, Massimiliano Bardani, Sergio Bellezza, Stefano Fabei, Flavio Frontini, Dario Guardalben,Stefania Magliani, Elisa Marcangeli, Marcello Marcellini, Sergio Petrucci. C’è uno soltanto di coloro che avviarono la rivista: Dario Guardalben. Ma quante volte sono ricorsi come firma di ricerche e comunicazioni scineitifiche molti dei componenti di oggi del comitato.

Decine e decine di collaboratori, rigore scientifico, pluralismo di idee… Questa la ricchezza che ha perfmesso di tagliare il traguardo dei trent’anni. Insieme ad un’altra costante che merita di essere sottolineata: l’editore è sempre lo stesso: la Thyrus, caso unico (e coraggioso) di un’impresa che diventa supporto essenziale per la cultura di Terni, del suo territorio e, appunto, della sua memoria storica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...