Archivi tag: Storia di Terni

1500: il Nera fa danni, ponte Romano intransitabile

Ai primi di dicembre dell’anno 1500, il fiume Nera era gonfio per le piogge torrenziali di quei giorni. Le acque avevano raggiunto un livello di altezza eccezionale e pericoloso. Ed infatti la forte corrente provocò danni a Terni. Soprattutto ad andarci di mezzo fu il Ponte Romano.

Continua a leggere

Annunci

1946, tre operai morti per un’esplosione alla polveriera di Terni

Tre giovani operai ternani morirono il 10 dicembre 1946 alla polveriera di Terni. Stavano proiettili di canone da un camion quando tutto è saltato in aria.

Continua a leggere

Meno acqua per le mole del vescovo: il comune di Terni rischia la scomunica

9 novembre 1551 – Andò su tutte le furie il vescovo di Terni quando gli incaricati del Comune di Terni decisero di ridurre la quantità d’acqua che la Mensa Vescovile poteva trarre dal canale Sersimone. Con quell’acqua si attivavano le mole e le cartiere che il vescovado manteneva in esercizio all’interno del recinto di quello che era stato il monastero di San Paolo…

Continua a leggere

Novembre, le cronache di un mese

Foligno, tenta di uccidersi, ma si spara a un braccio 

Foligno, 5 novembre 1886 – Il fatto è registrato dalle cronache come tentato suicidio, ma qualcosa non ha funzionato a dovere. Perché l’aspirante suicida è andato liscio, Continua a leggere Novembre, le cronache di un mese

Cerimonia solenne per la prima pietra di Ponte Romano

Il ponte, costruito all’epoca dei Romani era pericolante e nel 1506 e si decise di ricostruirlo. Una cerimonia solenne l’avvio dei lavori che durarono fino al 1509, quando papa Paolo V lo inaugurò.

Continua a leggere

1771, a Terni l’olio d’oliva scarseggia: il Comune interviene

Il 1771 fu un anno di scarsa produzione di olio. Un fatto fuori dell’ordinario in una città in cui non mancavano certo i mulini ed era circondata da uliveti. Il governo cittadino intervenne perché i negozi fossero riforniti e per tener basso il prezzo. Il 3 novembre si trovò un accordo coi proprietari di pizzicherie: l’olio sarebbe stato venduto a 8 baiocchi e 4 quattrini a foglietta.

Leggi

Tra Spoleto e Terni cadono le barriere doganali

27 ottobre 1418, i due centri del sud dell’Umbria Terni e Spoleto, stipulano un accordo di libera circolazione di uomini e merci, una sorta di gemellaggio con abbattimento di barriere doganali.

Leggi⇒