Alla fabbrica d’armi sciopero per il salario e la pace

fabbrica d'armi (1)

La Fabbrica d’Armi di Terni

Lo sciopero proclamato il 31 marzo 1920 a Terni, dai dipendenti della Fabbrica d’Armi – “uno dei maggiori opifici di Stato”, si specificava nel dispaccio telegrafico dell’agenzia che diffuse la notizia in tutta Italia – non  era una decisione presa solo allo scopo di ottenere miglioramenti salariali, ma anche in rispetto ed a sostegno di una ideologia pacifista.

Continua a leggere

Annunci