Cronache del mese di febbraio

Notizie brevi da:

Montone, Orvieto, Perugia, Rieti, Spoleto, Terni

Continua a leggere

Annunci

Orvieto corre alla stazione per acclamare il futuro Kaiser tedesco

Per il principe ereditario di Germania, il bagno di folla a Orvieto non era certo in programma. Era il 24 gennaio 1878, e colui che pochi mesi dopo diventò il Kaiser Guglielmo II,

Continua a leggere

Per un “imboscato” a un tenente, dieci mesi di carcere

Orvieto, 16 novembre 1821
Imboscato, gli avevano detto. L’offesa era evidente ed infamante: secondo il periodico Il Proletario che si pubblicava ad Orvieto Giovanni Paganini, tenente, Continua a leggere

Elezioni del 1876: i nove deputati umbri eletti

Il 5 novembre 1876 gli italiani furono chiamati alle urne per il rinnovo della Camera dei deputati del Regno d’Italia. Al primo turno, nel collegio umbro, furono eletti Giacomo De Martino, a Foligno; il sindaco di Campello sul Clitunno, Giuseppe Fratellini, a Spoleto; il sindaco di Contigliano, Luigi Solidati Tiburzi a Rieti; Michele Amadei a Poggio Mirteto ed Alceo Massarucci a Terni. Continua a leggere

Podestà: chiesto a Mussolini un santo protettore

In effetti la manchevolezza era grave: nel 1932 i podestà, i reggitori dei Comuni italiani istituiti da Mussolini in persona, non avevano ancora un loro santo protettore. Fu il podestà di Orvieto a prendere, finalmente, l’iniziativa e durante la visita che il capo del governo fascista effettuò alle fabbriche ternane nel porgergli gli omaggi della città di Orvieto, avanzo la proposta: San Pietro Parenzo, che fu il primo nella storia d’Italia, nel XIII secolo, a svolgere tale compito proprio nella città del Duomo. Pietro Parenzo fu inviato dal papa a reprimere gli sconfinamenti dei cittadini orvietani nell’eresia. Cosa che fece in maniera molto energica.

Podestà San Pietro Parenzo

San Pietro Parenzo, proposto come patrono dei podestà italiani

⇒LEGGI

 

 

 

 

L’addio a Luigi Mancinelli, grande musicista orvietano

2 febbraio 1921

mancinelli_luigi

Luigi Mancinelli

Un malore improvviso, tanto grave che Luigi Mancinelli spirò dopo pochi minuti, nella sua abitazione romana, davanti alla moglie e ai familiari. Luigi Mancinelli, il grande musicista orvietano, aveva 73 anni. Continua a leggere

Autosole, 400 piante rubate dall’aiola spartitraffico

15 gennaio 1972

Quattrocento piante di oleandro da poco messe a dimora sono state rubate dalle aiole spartitraffico dell’Autostrada Continua a leggere

Fascisti mettono Orvieto a ferro e fuoco

marcia

 

Novembre 1921

Orvieto assalita da gruppi di fascisti che avrebbero avuto l’intenzione di mettere a ferro e fuoco la città. Sciontri, sparatorie, l’interventi delle’esercito per mettere sotto contro la situazione. Il bilancio fu di un morto e un ferito tra i comunisti orvietani, un ferito tra i fascisti.  Continua a leggere

Duello Attolini-Venturi al circuito motociclistico di Orvieto

28 settembre 1952

Fu un duello tra la MV di Aldo Attolini e la Mondial di Remo Venturi l’edizione del 1952 del circuito motociclistico città di Orvieto. Continua a leggere

Orvieto, i “fasci di combattimento” umbro-sabini rompono la tregua

23 settembre 1921

Pighetti e Misuri

I deputati fascisti Pighetti e Misuri

 

 

Nonostante fosse stata una giornata di tensione, il corrispondente da Orvieto della Stampa si rallegrava. Sulla Rupe quel giorno, Continua a leggere