1959, Venturi 1° e Liberati 3° alla prima gara di campionato italiano

LIBERATI E VENTURI

Libero Liberati e, a destra, Remo Venturi

Il 30 marzo del 1959 era il Lunedì di Pasqua. A Modena si disputava la prima prova del campionato italiano di motociclismo. Libero Liberati l’ex campione del mondo 1957 con la Gilera…

Continua a leggere

 

ALTRE NOTIZIE DI MOTO D’EPOCA

Annunci

5 marzo 1962, Liberati

L’1 e 40. Pochi minuti e sarebbe passato davanti alle acciaierie mentre gli operai sarebbero stati appressandosi verso l’uscita, alla fine del primo turno, quello dalle 6 alle 2.: “Arriva Liberati”, avrebbero detto: il rumore della sua Gilera Saturno era inconfondibile. Libero Liberati era uno di loro. Alle acciaierie ci aveva lavorato anche lui. Erano stati gli operai a mettere i soldi Continua a leggere

Liberati, un trionfo al Circuito delle Ferriere

Il 19 ottobre 1947
A Terni si corse la seconda edizione del Circuito motociclistico delle Ferriere. L’anno prima, il 18 maggio 1946, all’esordio la corsa progenitrice del più famoso circuito dell’Acciaio, era stata vinta da Silvio Menichelli con una Guzzi. Libero Liberati non c’era,
allora, ma nel 1947 sì. Continua a leggere

Menichelli, Guzzi, primo al Circuito delle Ferriere

La guerra era un ricordo ancora molto vicino, ma a Terni si cercava in tutti i modi di tornare alla vita normale. Il moto club Terni riprendeva la propria attività cercando di coniugare sport e turismo: raduni e gite sociali, soprattutto, e prove di regolarità. Ma la passione per la velocità continuava ad essere particolarmente viva. Egildo Gatti, che per parte sua aveva preso parte a diverse competizioni e, negli anni tra il 1948 e il 1952, fu nuovamente sulla breccia, sensibilizzò il consiglio direttivo del Moto Club. Così già nell’ottobre del 1945 si ricominciò con le gare di motoleggere sull’anello in cemento dello stadio Brin. Le gare “degli schizzetti” le chiamavano i ternani, poi entrate tra i miti della memoria cittadina. Il pubblico era sempre numeroso allo stadio Brin. Era “Zugheru”—», al secolo Ferdinando Natali, l’idolo degli sportivi appassionati di motociclismo, per la sua audacia e per i “numeri” che sapeva fare. E c’era pure un ragazzo di nemmeno vent’anni che andava davvero bene: Libero Liberati.

moto d'epoca natali "zugheru" Terni

Ferdinando Natali, “Zugheru”

Ma si pensava in grande e si osò: così il 18 maggio del 1946 si organizzò una gara di velocità su un circuito cittadino. Era il Circuito delle Ferriere: partenza da piazza Valnerina, quindi via Curio Dentato. Passaggio davanti alla stazione ferroviaria per immettersi in viale della Stazione; deviazione in via Galileo Ferraris, poi via Federico Cesi, via Battisti, piazza Tacito e da qui verso piazza Valnerina.
Vinse Silvio Menichelli, di Roma, su Moto Guzzi.

 

 

ALTRE NOTIZIE DI MOTO D’EPOCA⇒