Archivi categoria: Terni ieri

1771, a Terni l’olio d’oliva scarseggia: il Comune interviene

Il 1771 fu un anno di scarsa produzione di olio. Un fatto fuori dell’ordinario in una città in cui non mancavano certo i mulini ed era circondata da uliveti. Il governo cittadino intervenne perché i negozi fossero riforniti e per tener basso il prezzo. Il 3 novembre si trovò un accordo coi proprietari di pizzicherie: l’olio sarebbe stato venduto a 8 baiocchi e 4 quattrini a foglietta.

Leggi

Annunci

Politeama, il cinema più moderno d’Europa

Politeama ternanoPoteva mancare la macchina da presa della Settimana Incom? Certo che no. Era ovvio che il cinegiornale, che si proiettava in tutte le sale italiane prima del film si interessasse all’inaugurazione di quello che fu definito come uno dei cinema più moderni d’Europa. Il Politeama Lucioli. Immancabile pure il politico di turno: il ministro del turismo e spettacolo Matteo Matteotti. Serata di gala, il 19 maggio 1971 con _ anch’essa ovvia _ consegna di premi a personaggi dello spettacolo. A ritirarli, tra i più conosciuti, intervennero Renato Rascel, Riccardo Billi, Liana Orfei, Mario Gora e Marina Berti, Georgia Moll ed il “sarto Schubert” (la parola stilista non si usava ancora).
S’inaugurava il Politeama.politeama ternano

Continua a leggere→

Con un manifesto la “Terni” licenzia 2.200 operai

operai terniUn manifesto affisso all’ingresso delle fabbriche: così il gruppo “Terni” il 4 novembre 1948, anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale, annunciò il licenziamento di 2.200 lavoratori. Il provvedimento era già operativo colpiva tutta l’Umbria. Il Folignate, con le miniere di Bastardo; lo Spoletino con quelle di Morgnano e le cementerie, il Narnese con lo stabilimento di Nera Montoro. Poi Papigno e Terni. A casa sarebbero dovuti andare 1.200 minatori e 600 operai delle acciaierie.

Leggi→

Accordo con US Steel, a Terni nasce il polo degli acciai speciali

Area acciaierie Terni
Sulla sinistra, nella foto, l’area destinata ad ospitare la Terninoss

“New York- 20 settembre – Rappresentanti della Terni – società per l’industria e l’elettricità – facente capo al gruppo Finsider, e rappresentanti della United States Steel Corporation hanno annunciato la costituzione di una nuova società “Terninoss”, acciai inossidabili S.p.A., che si propone di produrre laminati di acciaio inossidabile in un nuovo impianto che sarà installato a Terni ed entrerà in produzione entro la fine del 1963».
Il linguaggio scarno di un flash d’agenzia e la notizia passava quasi inosservata nelle pagine finanziarie dei quotidiani italiani. Continua a leggere Accordo con US Steel, a Terni nasce il polo degli acciai speciali

Centurini chiude dopo due anni di battaglie

cento1245
Due anni di lotte, trattative, proposte, scioperi generali, ma non ci fu niente da fare: il 15 luglio 1972 fu il giorno della resa: lo Jutificio Centurini chiudeva definitivamente i battenti e 318 dipendenti, per lo più donne, rimasero senza lavoro. Diventava definitivamente un pezzo di storia industriale di Terni una fabbrica nata in contemporanea con le acciaierie verso il finire del 1800. Una fabbrica che negli anni del primo dopoguerra aveva avuto oltre millecinquecento operai, che aveva avuto un ruolo importante nelle lotte operaie, nella rivendicazione dei diritti da parte delle donne, nell’emancipazione di tutta una città.

Continua a leggere→

11 agosto ’43, ore 10 e 29: a Terni è l’inferno

Bombardamenti Terni
Piazza Tacito dopo il bombardamento

Freddo il linguaggio del bollettino ufficiale numero 1174 del comando supremo italiano del 12 agosto 1943: “Terni è stata ieri bombardata da formazioni di quadrimotori americani:  numerosi edifici pubblici tra cui l’ospedale e molti fabbricati risultano danneggiati. Elevate perdite tra la popolazione. La nostra caccia attaccava gli aerei avversari e in duri combattimenti protrattisi anche al largo della costa ne abbatteva nove. Generale Ambrosio”. Continua a leggere 11 agosto ’43, ore 10 e 29: a Terni è l’inferno

1. Maggio 1924: sul monte sventola bandiera rossa

bandieraStato di mobilitazione generale per la Milizia a Terni. La città s’era svegliata guardando con curiosità verso la montagna della Croce: c’era una grande bandiera rossa che sventolava: Era il Primo Maggio del 1924 e nonostante il regime ci fu chi lo festeggiò con un atto clamoroso.

Continua a leggere→

Le terme imperiali di Terni

terme-romane-bathOpus quasi reticulatum lo chiamano gli storici dell’architettura. E’ una tecnica che, nell’arte muraria romana, fa da trait d’union tra l’opus incertum e l’opus reticulatum. Il suo uso è documentato tra il 100 ed il 55 avanti Cristo, soprattutto a Roma e nelle vicinanze. Ad un esame sommario Continua a leggere Le terme imperiali di Terni

Terni dà l’esempio: così si fa la “buona scuola”

Ipsia Pertini Terni
Le scuole professionali di viale Brin nel 1910

Non ebbe la possibilità di essere presente, Virgilio Alterocca, il giorno in cui la scuola professionale di Terni fu inaugurata. Era scomparso il mese prima, in agosto, e quel 19 settembre 1910 non poté regalarsi la grande soddisfazione di vedere che quella Istituzione per la quale tanto s’era impegnato otteneva il riconoscimento regio. Alterocca, d’altra parte, s’era dato molto da fare perché Terni fosse città moderna. Continua a leggere Terni dà l’esempio: così si fa la “buona scuola”

TR 50000, una targa d’auto che fa storia

Targa 50000 Terni
La cerimonia per la consegna della targa TR 50000 (foto di ENRICO VALENTINI)

Erano i tempi della motorizzazione selvaggia, quelli in cui gli italiani approdarono alle quattro ruote, lasciando a marcire sotto una tettoia gli scooter in sella ai quali erano entrati nell’Italia del boom economico. Continua a leggere TR 50000, una targa d’auto che fa storia