Caccia in Umbria: domenica apertura ma solo per corvidi, merlo e colombaccio

Il 18 settembre a caccia in Umbria si andrà, ma “col freno a mano tirato”: saranno infatti cacciabili solo le specie dei corvidi, merlo e colombaccio, quelle che non rientfrano nel decreto di sospensiva del Tar.

Lunedì mattina 12 settembre è stato così deciso al termine di un incontro tenuto, su iniziativa dell’Assessorato regionale alla Caccia, tra Regione e i rappresentanti di tutte le associazioni venatorie nel corso del quale è stato completato l’esame sulle modifiche al calendario venatorio 2022-2023 resesi necessarie a seguito delle determinazioni del decreto di sospensiva del Tar dell’Umbria.

   Con il consenso di tutte le associazioni presenti, ad eccezione dell’associazione ANUU Migratoristi, eè stato deciso di confermare l’apertura della stagione venatoria per il giorno 18 settembre, limitatamente alle uniche specie ammesse dal provvedimento del Tar, vale a dire: corvidi, merlo e colombaccio. Il prelievo sarà possibile con la sola modalità da appostamento.

  Fra l’Assessorato e le associazioni venatorie si terrà un ulteriore incontro il 21 settembre, all’indomani dell’udienza del Tar fissata per il 20 settembre, al fine di valutarne gli esiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...