Usl 2, trattativa “disinvolta” e sindacati messi da parte: protesta la Cisl-Fp

Per la Cisl Fp Umbria è arrivato il momento di entrare nel merito dei contenuti della trattativa  riguardante il pagamento della vestizione e delle decisioni assunte in materia di applicazione dell’accordo sulle progressioni orizzontali di carriera da parte di tutti i lavoratori coinvolti cui la Fp Cisl si rivolge. “Pur prendendo atto della decisione da parte della Direzione della Usl Umbria 2 di avviare il pagamento relativo ai tempi di vestizione dei dipendenti della Usl Umbria 2 – affermano Luca Talevi e Marcello Romeggini della Cisl Fp Umbria – esprimiamo alcune perplessità sulla metodologia adottata. Prima di far sottoscrive ai lavoratori l’accettazione della cifra proposta, infatti, ci saremmo aspettati un’adeguata e preventiva comunicazione, funzionale ad informare in maniera puntuale i lavoratori interessati su percorsi, procedure e metodi utilizzati. Ci saremo aspettati, poi, che fossero riportate con chiarezza il totale dei minuti effettuati e il totale della cifra effettivamente spettante dal primo gennaio 2016 al 31 luglio 2021”.

La Cisl Fp Umbria lamenta inoltre l’insufficiente raccordo sui tempi di pagamento tra la Usl 1 e la Usl 2. “Questo sarebbe stato possibile – precisano Talevi e Romeggini – perché l’accordo in questione è stato contestualmente sottoscritto con la Direzione della Usl Umbria 1 e con quella della Usl Umbria 2”.

La Cisl Fp Umbria, oltre al metodo, lamenta alcuni limiti nel merito.  “Ci sarebbero alcune scelte unilaterali, quali quella delle tempistiche, che andrebbero riviste. Ad esempio – spiegano  i sindacalisti – per chi svolge attività h24 sono stati considerati i 5 minuti antecedenti l’ora di ingresso e i 10 minuti successivi l’ora di uscita. Perché non il contrario?”.

Il diniego della Cisl Fp Umbria però arriva sulle decisioni prese riguardo le Peo, progressioni economiche orizzontali. “Sembra che ci sia volontà a non adempiere a quanto concordato per le Peo, ovvero il pieno riconoscimento del passaggio di fascia al personale in graduatoria per chi non lo ha effettuato (il passaggio) nell’anno precedente. Una scelta non conforme dettami contrattuali ed all’accordo sottoscritto che ci trova contrari”.

La Cisl Fp Umbria, quindi, invita tutti i dipendenti della USL Umbria 2, interessati dall’accordo sulla vestizione, a non avere fretta ad apporre la propria firma. “Ai lavoratori – concludono – diciamo che è opportuno chiedere tutti i dati, con il dettaglio di tutte le procedure e i metodi che hanno portato alla cifra che viene proposta dall’Azienda. Una volta valutato il tutto nella sua interezza il lavoratore potrà scentemente accettare o meno la cifra”.Cisl Fp UmbriaTerni, 2 settembre 2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...