Gubbio, a Palazzo Ducale la mostra “Reflex”: sarà aperta fino a settembre

Mercoledì 14 luglio con una conferenza (ore 17) a Palazzo Ducale di Gubbio sarà inaugurata (e durerà fino al 5 settembre) la mostra RefleX – Figure per riflettere che, tra l’altro, esporrà un’imponente opera realizzata da Paolo Porel li e Maurizio Tittarelli Rubboli , finalista al 61° Premio Faenza 2020 e mai resa pubblica a causa delle misure anticovid.

Interverranno, oltre alla direttrice Paola Mercurelli Salari , Domenico Iaracà curatore d’arte , Franco Cocchi ceramologo , Giulio Busti conservatore del Museo Regionale della Ceramica di Deruta, gli artisti Paolo Porelli e Maurizio Tittarelli Rubboli . Modererà Elisa Polidori , presidente Associazione Culturale La Medusa. Il progetto, patrocinato dai Comuni di Gubbio e Gualdo Tadino, dal MIC-Museo Internazionale della Ceramica di Faenza e dall’Associazione Italiana Città della Ceramica, nasce da un’idea dell’Associazione Culturale La Medusa e della direzione di Palazzo Ducale.

Il titolo RefleX (riflesso, dal latino reflexus ) intende giocare sulla doppia valenza della parola, alludendo sia alla percezione ottica creata dalle superfici lucide e cangianti del lustro, sia alla riflessione intellettiva che le sculture vogliono provocare. L’installazione è formata da 29 figure in terracotta derivate da due prototipi stampati in 3-D, con variazioni specifiche per ogni scultura, disposte lungo le diagonali di una lastra rettangolare in ferro. La composizione adotta quindi uno schema ad X che cita il titolo (RefleX).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...