Terni, agosto 1840: Epifanio ghigliottinato in piazza

Aveva ucciso un prete, un chierico e un giovane che era con loro. Si chiamava Angelo Crivelli, ma tutto lo chiamavano “Epifanio”. Arrestato e processato fu condannato alla pena capitale. Mastro Titta innalzò la ghigliottina sulla piazza principale di Terni, davanti alla chiesa di San Giovanni Decollato. Alle 6 del mattino dell’8 agosto 1840 la sentenza fu eseguita.

Leggi

Umbria si racconta copertina
L’UMBRIA SI RACCONTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...