La vita dei nostri progenitori nell’età del bronzo: ricostruita una capanna

Sabato   21   dicembre   alle   ore   16   al   Museo   archeologico nazionale dell’Umbria sarà inaugurata una capanna ispirata a quelle del periodo del bronzo medio recente-finale. Realizzata in scala 1:2 da  Riccardo Chessa, uno dei maggiori esperti europei di tecniche preistoriche di fabbricazione di utensili di pietra e responsabile del parco archeologico degli Albori (in Toscana, nel Grossetano, località Granaione, Campagnatico), si configura come vetrina espositiva di materiali rinvenuti nel territorio di Cetona e conservati al MANU.

Della grandezza di circa 10 mq, è stata costruita adoperando legno, argilla, canne di palude, inerti vegetali. L’iniziativa fa parte della nuova   sistemazione   museale  predisposta   dalla   direttrice del Museo archeologico umbro, Luana Cenciaioli  I lavori sono stati seguiti dall’archeologa Silvia Casciarri  e dall’architetto  Francesco Di Lorenzo   

Seguirà, alle ore 17, un intrattenimento musicale offerto dalla pianista Eleonora Pampaglini  e dai giovani allievi della sua scuola musicale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...