L’Asm affoga nei debiti, ma vendendo i gioielli di famiglia si fanno danni peggiori

Scuoteva la testa nervosamente il sindaco di Terni mentre era costretto a prendere atto che il numero legale in consiglio comunale non c’era e che il parere positivo sulla delibera di Asm che decide di vendere il 15% delle sue quote nel sistema di gestione dell’acqua non sarebbe stato espresso…

Leggi tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...