1929, nuovi podestà a Perugia e Terni

Fascisti ternani alla marcia su Roma

Il 21 dicembre 1929,  Guido Ramaccioni e Lorenzo Amati furono nominati podestà a Perugia e Terni. Ramaccioni era iscritto al partito fascista dal 1° aprile 1921; tenente di complemento di artiglieria, fu in zona di operazioni per 28 mesi guadagnandosi una medaglia di bronzo al valor militare, è seniore della Milizia. Vanta due ferite per causa fascista, era laureato in scienze economiche e sociali ed eradirettore del Patronato provinciale d’assistenza sociale.
Lorenzo Amati, nuovo podestà di Terni, era iscritto al partito fascista dal 24 maggio 1921; capitano di fanteria fu in zona di operazioni per 39 mesi; fu segretario del Fascio di Terni prima della marcia su Roma, membro della Giunta Provinciale Amministrativa, comandò la legione umbra nella marcia su Roma (definita
tout court “l’azione del 17-28 ottobre 1922”nel comunicato ufficiale che annunciava le nomine), era laureato in legge.

Dal 1922 l’amministrazione comunale di Terni era stata guidata da diversi tra  sindaci, commissari prefettizi,  podestà. Prima di Lorenzo Amati, dopo l’avvento del regime fascista c’erano stati Mariano Cittadini, Giovanni Santini, Ercole Felice Montani, Elia Rossi Passavanti di cui Amati prendeva il posto dopo la caduta in disgrazia del conte. Restò podestà fino al 1932 quando fu sostituito da Almo Pianetti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...