Cronache dal passato/ Ottobre

mappa bleau rocca carlea perticara5 ottobre 1219 – La basilica di San Valentino torna nel possesso della diocesi di Terni nuovamente istituita da un anno, circa quattrocento anni dopo la soppressione. In precedenza la pieve di San Valentino era proprietà di Narni insieme al Castello di Perticara.

5 ottobre 1867– Rimosso dall’incarico il sindaco di San Giustino (Perugia), Andrea Polidori “per incapacità ed abusi e per sistematica opposizione all’autorità governativa”

Il cardinale Fausto Poli 7 ottobre 1653 – Muore a Orvieto Fausto Poli, il cardinale che amava la Valnerina. Nato nel febbraio del 1581 a Usigni, s’impegnò per la beatificazione di santa Rita da Cascia e per rilanciare la produzione del ferro delle miniere di Monteleone.

10 ottobre 1920 – Alle elezioni amministrative i socialisti conquistano il Comune di Terni. Dopo la fine della guerra le giunte comunali in tutta Italia si trovavano in difficoltà. Terni non aveva fatto eccezione. Nel 1918 il sindaco Alessandro Fabri ed il consiglio comunale si erano dimessi.

11 ottobre 1450 – Il Comizio cittadino di Terni, nel tentativo di dare nuovo impulso alla moralità pubblica, stabilisce pene severissime contro gli adulteri e “altri simili delitti”. L’applicazione della legge è affidata ad una commissione di “probi cittadini e banderari”.

11 ottobre 1952 – Si apre a Terni il terzo congresso provinciale Fiom. La scadenza congressuale coincise con un momento particolarmente delicato: la decisione della “Terni” di diminuire il proprio organico ricorrendo a massicci licenziamenti.

13 OTTOBRE 1917 MUORE VIVIANI PERUGIA13 ottobre 1917 – A Perugia muore l’architetto Dante Viviani (foto), Soprintendente ai Monumenti dell’Umbria. Nato ad Arezzo nel 1861, Viviani studiò architettura a Roma e Siena. Sotto la sua direzione numerosi i restauri: il palazzo dei Consoli e il Teatro Romano di Gubbio, il tempio della Consolazione a Todi, le torri di Properzio a Spello, per ricordarne solo alcuni.

14 ottobre 1943, la Regia Prefettura di Terni invia al Ministero dell’Interno il seguente telegramma: “Alle 10 e 10 senza allarme Terni è stata sottoposta a bombardamento con ondate successive. Numero vittime non accertato ma certamente ingentissimo”.

Il cardinale Rapaccioli18 ottobre 1646 il cardinale Francesco Angelo Rapaccioli è nominato vescovo di Terni da Papa Innocenzo X  Farnese. Tra le altre cose il vescovo Rapaccioli promosse il restauro del Duomo e della basilica di S.Valentino.

18 ottobre 1908 – I tipografi ternani minacciano uno sciopero dei dipendenti delle ditte che non concedono la riduzione dell’orario di lavoro a nove ore giornaliere. La sezione socialista di Terni ha inviato un “ultimatum” che concede 24 ore per l’adeguamento dell’orario in tutte le ditte tipografiche.

21 ottobre 1953 si aprono le trattative al Ministero del Lavoro, attorno ai duemila licenziamenti decisi alle acciaierie, dopo giorni di tensione e scontri, con sassaiole, sparatorie della polizia, feriti e arresti.

23 ottobre 1906, arrestati due agenti di cambio per tentato ricatto alla “Terni”. S’avviano indagini che porteranno alla scoperta di un brutto pasticcio che vede coinvolti industriali, giornali importanti, dirigenti delle acciaierie.

23 ottobre del 1940 la “Terni” diffonde l’annuncio di aver bruciato un’altra tappa sulla strada dell’autarchia ed informa con un certo orgoglio di aver messo a punto un procedimento per ottenere coke metallurgico dalle “ligniti nazionali“ e che sta già producendone grandi quantità.

27 ottobre 1913 – Arrivano i primi risultati delle elezioni politiche tenutesi il giorno prima. A Terni campagna elettorale “vivace” con tafferugli tra radicali e repubblicani.

stazione terni28 ottobre 1940 – Il sottosegretario alle comunicazione e ferrovie gonfiò il petto e, a sera, inviò un telegramma a Palazzo Venezia. Annunciava che a Terni si era celebrata la cerimonia di inaugurazione dell’impianto di elettrificazione della linea ferrata Orte-Falconara

31 ottobre 1915  – Il liceo musicale di Santa Cecilia diffonde ufficialmente la notizia che il direttore dell’Istituto, Stanislao Falchi, è in gravissime condizioni. Da qualche giorno egli è tornato nella sua casa a Terni. Malato da tempo, Morì dopo pochi giorni.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...