Ricorso respinto, l’Ast deve pagare 464 mila euro di Tari

PERUGIA – La Corte d’Appello di Perugia ha respinto l’appello promosso dall’Ast contro l’Azienda servizi Asm di Terni, riguardo il calcolo delle tasse locali (Tia, Tari e Tares) per capannoni e magazzini che l’Ast sostiene siano porzioni dello stabilimento. Mentre si aspettava che non fossero soggetti a tributo, si è vista invece recapitare una fattura con cui si chiedeva il pagamento di quasi 464 mila euro per la Tari del 2014. Il ricorso che l’Ast presentò alla commissione tributaria fu respinto e la società delle acciaierie chiese il giudizio di appello.

Il Giudice Tributario regionale ha però confermato la decisione della commissione tributaria di Terni che definì legittima e corretta la richiesta del pagamento del tributo da parte dell’Asm, società delegata per tali compiti. L’Ast, insomma, la Tari deve pagarla, in quanto, come specifica il provvedimento, spetta sempre al contribuente dare prova dell’esclusione dal pagamento della Tari, presentando adeguata documentazione ed esplicita istanza all’ente accertatore, nel caso in ispecie l’Asm.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...