Sanità Orvieto, una puntura di vespa diventa un problema

ORVIETO – Se abiti a Orvieto una puntura di vespa può diventare un problema. O almeno questo è ciò che denuncia il segretario dello Spi-Cgil di Terni, Luigino Mengaroni , il quale spiega: “Dopo essere andati all’ospedale di Orvieto per una prima diagnosi, occorre recarsi al centro antiallergico dell’ospedale di Perugia, dove vengono effettuati tutti i test e approfondita la diagnosi. Da qui,
ottenuto un pronunciamento medico definitivo per un fatto, ricordiamolo, estremamente comune come la puntura di un insetto, si può finalmente fare ritorno all’ospedale orvietano, dove è possibile ordinare i farmaci necessari. Ma le assurdità continuano”.
“Arrivato il vaccino – prosegue Mengaroni – il malcapitato punto da una vespa deve infatti recarsi di nuovo all’ospedale di Perugia, abilitato a iniettare il siero. Un viaggio sanitario che si dovrà per giunta ripetere più volte nel corso delle settimane”.
Non sarà ora che l’Asl 2 si attRezzi perché il pronto intervento possa essere assicurato anche dall’ospedale di Orvieto?”,  si chiede Mengaroni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...