Meno acqua per le mole del vescovo: il comune di Terni rischia la scomunica

9 novembre 1551 – Andò su tutte le furie il vescovo di Terni quando gli incaricati del Comune di Terni decisero di ridurre la quantità d’acqua che la Mensa Vescovile poteva trarre dal canale Sersimone. Con quell’acqua si attivavano le mole e le cartiere che il vescovado manteneva in esercizio all’interno del recinto di quello che era stato il monastero di San Paolo…

Continua a leggere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...