Perugia 1897: omicidio-suicidio nel collegio dei Filippini

Perugia, 17 ottobre 1897 – Omicidio in un convento. Un allievo ospite della casa dei frati Filippini  uccise con un colpo di rivoltella il suo compagno di stanza e poi si sparò alla testa. Sconosciute le cause del fatto.

Fu questa la prima notizia diffusa nell’immediatezza dell’accaduto. L’unico mistero restava cosa avesse spinto l’allievo di 17 anni, Umberto Fiorucci, a far fuoco prima contro il compagno di stanza, Nazareno Tobia di 19 anni e poi a togliersi la vita. Diversi invece apparirono dopo qualche giorno i termini della vicenda. Innanzitutto si accertò che i due giovani, quando la tragedia avvenne, non erano nella loro stanza dell’oratorio dei Filippini, ma in quella del sagrestano, un giovane laico, appunto il Fiorucci. I due ragazzi avevano passato una nottata allegra con una scorpacciata di dolci accompagnati da una serie di bicchieri di vino.

san filippe neri
L’oratorio dei Filippini

Il mistero diventava ancor più fitto. Ed i particolari diventavano noti solo in piccole dosi. Per esempio un paio di giorni dopo il fatto l’oratorio dei Filippini fu chiuso d’imperio da parte delle autorità, insieme alla scuola annessa. E si seppe anche che l’allarme era stato dato almeno tre ore dopo li spari. Perché si aspettò tanto? Non si seppe, o meglio nelle settimane e nei mesi successivi non si ebbero più notizie sul fatto e su eventuali responsabilità di altre persone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...