Perugia, crolla il soffitto della Corte d’Assise durante l’udienza

Perugia, 18 giugno 1901

L’aula della Corte d’Assise d’appello di Perugia era affollata, quando crollò il soffitto. C’era il processo per l’assassinio di un possidente di Bassano di Sutri, Salvatore Pezi, in provincia di Viterbo, che a settant’anni fu ucciso mentre tornava a casa col calesse. Gli spararono da dietro un cespuglio. Una storia lunga e complicata, se si considera che l’assassinio risaliva all’agosto del 1891. C’erano già stati due processi finiti il primo con la condanna di tre persone (una all’ergastolo, due a trent’anni), ma poi s’era sospettato che gli assassini fossero altri, vale a dire qualche familiare. Si accertò pure che uno dei tre figli  dell’assassinato, don Gratiano Pezi, un prete, era intervenuto imponendosi ad alcuni testimoni e procurandosene cinque risultati falsi. Per cui fu anch’egli condannato e incarcerato.  Le prove contro i primi tre condannati a quel punto erano “ballerine” e la Corte d’Assise di Viterbo stabilì la revisione del processo, da tenersi in Corte d’Assise a Perugia. Il processo di revisione era cominciato il 14 giugno, e l’aula era piena di gente: persone di Bassano che volevano vedere come andasse a finire, ma soprattutto i testimoni che erano la bellezza di più di quattrocento.

Insomma, mentre si teneva una delle udienze del processo – che andò avanti parecchie settimane – un muratore stava eseguendo alcuni lavori al piano superiore dell’aula della corte. Improvvisamente il pavimento, per il peso dell’uomo, si sfondò e il soffitto dell’aula crollò in buona parte. Il muratore si aggrappò al’orlo del buco prodotto dal crollo e rimase penzoloni. Le macerie sfiorarono i giurati, uno dei quali fu colpito da un mattone alla spalla. Insomma, le udienze furono rinviate di alcuni giorni, in attesa che quel che era rimasto del soffitto fosse messo in sicurezza e fosse dichiarata la sicura agibilità dell’aula.

 

La foto del titolo riproduce una illustrazione di E.Zanetti

®Riproduzione riservata


 

Vedi anche:

Ingegnere perugino inventa l’aereo a pedali

Pietro-Guaitini-300x215

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...