Tutti mobilitati a raccogliere ginestre: è l’autarchia

Il 27 marzo 1941
Il bollettino del Partito Nazionale Fascista diramò l’avviso: dal 1. Aprile al 21 aprile si sarebbe tenuta la “campagna della ginestra”. Una campagna che avrebbe coinvolto alcune della province italiane. Terni, Perugia, Viterbo, Aquila, Arezzo, Bologna, Chieti, Teramo, Firenze, Forlì, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Siena, Ravenna, Roma, Rieti, Littoria, e Pescara.

iutificio-centurini-2
A Terni lo jutificio Centurini dovette sostituire la ginestra alla canapa indiana come materia prima

I segretari Federali e le Fiduciarie dei Fasci femminili delle province suddette – avvertiva il bollettino – curino che le norme appositamente emanate abbiano piena attuazione. Ed aggiungeva: “Data l’importanza della fibra di ginestra ai fini autarchici, le massaie rurali saranno interessate ed addestrate alla raccolta”.

La ginestra, speranza delusa

La ginestra, nell’ambito delle politiche autarchiche promosse da Mussolini dopo le sanzioni economiche successiva alla guerra d’Etiopia, e successivamente a causa dell’economia di guerra, era considerata particolare interessante per estrarne ed utilizzarne la fibra in sostituzione delle fibre di importazione. A Terni lo jutificio Centurini dovette utilizzare proprio la fibra di ginestra quale materia prima in sostituzione della canapa indiana.

Nonostante gli studi, le campagne di raccolta, le iniziative di coltivazione la ginestra continuava ad essere più preziosa come arbusto odoroso che come fornitore di fibra tessile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...