Una giornata in onore di Borzacchini

Il 31 marzo 1935
Terni dedicò una giornata al ricordo di Mario Umberto Borzacchini, il campione automobilistico ternano perito a Monza nel Gran Premio d’Italia del 1933 insieme a Giuseppe Campari, ⇒in un incidente le cui cause sono rimaste inspiegabili. Quel giorno Continua a leggere Una giornata in onore di Borzacchini

Annunci

Dieci anni dopo recuperati alcuni dei quadri rubati a San Pietro

Dieci anni di indagini prima che fosse possibile recuperare alcune delle opere trafugate la notte tra il 28 e il 29 marzo 1916 dalla Basilica di San Pietro a Perugia. Avviate a ritmo serrato, le ricerche dei possibili autori del furto portarono – nei giorni immediatamente successivi – ad una serie di fermi Continua a leggere Dieci anni dopo recuperati alcuni dei quadri rubati a San Pietro

Svaligiata la basilica di San Pietro a Perugia

Fu un “colpo” audacissimo, quello portato a compinto la notte del 29 marzo 1916 nella basilica benedettina di San Pietro a Perugia. Audace e favorito anche da una non adeguata sorveglianza, quale sarebbe stata necessaria per una chiesa che raccoglieva al suo interno opere d’arte di grande valore. Si calcolò che i ladri avevano avuto a disposizione quattro ore per lavorare in tutta tranquillità.

Continua a leggere Svaligiata la basilica di San Pietro a Perugia

Raid nei campi: per dispetto tagliati ulivi e viti

Il 28 marzo 1886

Qualcuno tentò un bilancio sommario dei danni provocati da alcuni raid in alcuni poderi del territorio provinciale di Perugia, dove ci fu chi passò una nottata intera a tagliare viti ed ulivi, a centinaia, col solo scopo di fare danno, giusto per fare un dispetto. Continua a leggere Raid nei campi: per dispetto tagliati ulivi e viti

Tutti mobilitati a raccogliere ginestre: è l’autarchia

Il 27 marzo 1941
Il bollettino del Partito Nazionale Fascista diramò l’avviso: dal 1. Aprile al 21 aprile si sarebbe tenuta la “campagna della ginestra”. Una campagna che avrebbe coinvolto alcune della province italiane. Terni, Perugia, Viterbo, Continua a leggere Tutti mobilitati a raccogliere ginestre: è l’autarchia

Lago Trasimeno, si rovescia la barca: in sei muoiono annegati

In sei. Una gita domenicale in barca sul lago Trasimeno. Finì in tragedia. La barca si rovesciò e tutti e sei morirono annegati.

Successe il 20 marzo del 1955.

Continua a leggere Lago Trasimeno, si rovescia la barca: in sei muoiono annegati

Reichlin, “ripensando la storia dal mio colle”. E Collicello fu centro del mondo

Collicello, il borgo amerino in cui Alfredo Reichlin aveva una casa in affitto, resta un posto in cui il contatto con la natura, i rapporti con le persone semplici ma di buon senso, inducono al relax ma anche a lasciar correre i pensieri. Alfredo Reichlin era molto affezionato a quel paesino, che ha con assiduità frequentato e vissuto per quasi mezzo secolo. Lo ha visto cambiare, Continua a leggere Reichlin, “ripensando la storia dal mio colle”. E Collicello fu centro del mondo

Teatro Verdi, la guerra, le bombe e il progetto del Poletti

Non nacque teatro. Nel XIII secolo, il libero Comune di Terni decise di costruire un palazzo per ospitare il magistrato municipale e i priori che da tempo si riunivano nella chiesa di San Francesco o nell’abitazione di qualcuno tra loro. Continua a leggere Teatro Verdi, la guerra, le bombe e il progetto del Poletti

Alterocca nei guai per una “ciociara” in cartolina

La vacanza del 1941 diventò , per una signorina di Brescia, l’occasione di mettersi in tasca un bel po’ di soldi. Quantomeno una cifra sufficiente a permetterle di considerare gratuita quella vacanza. Il 20 marzo 1942, infatti, fu deciso da parte della corte d’appello di Roma che confermava la sentenza del Tribunale di Frosinone, che la Società Alterocca di Terni e gli editori di cartoline Nardi e Alessandri, a versarle dei soldi per i diritti della sua immagine oltre a dover rifondere i danni che le avevano causato. Continua a leggere Alterocca nei guai per una “ciociara” in cartolina

Siracusa: Liberati apre il “magico” 1957 vincendo con la 350

Il 1957, l’anno magico di Libero Liberati, si aprì il 19 marzo con una vittoria al gran premio di Siracusa, gara valevole come prima prova del campionato italiano di motociclismo. Liberati, con la sua Gilera quattro cilindri era campione in carica della classe 500 cc., avendo vinto il titolo nel 1955 e nel 1956.

A Siracusa Continua a leggere Siracusa: Liberati apre il “magico” 1957 vincendo con la 350