Tergicristallo antigas made in Montoro

L’ingegno è l’ingegno. C’è chi ci nasce e chi no. Umberto Torroni, operaio della “Terni” allo stabilimento di Nera Montoro, ci nacque ed a lui furono tributati, nell’aprile del 1940, i giusti onori per un’invenzione quasi rivoluzionaria: il “tergicristallo antigas”.

nera montoro magazzino fertilizzanti 1934
Lo stabilimento “Terni” di Nera Montoro

La sua utilità? Le maschere antigas, essenziali in uno stabilimento chimico, avevano il difetto di appannarsi. O meglio si appannavano i vetri che erano davanti agli occhi e ciò creava problemi di visuale. Torroni pensò come fare per eliminarlo, questo inconveniente. L’ispirazione gli venne osservando il tergicristallo delle auto. E inventò un qualcosa che gli somigliava. Così spiegava lo stesso inventore: “Il dispositivo consiste in una spazzolina di feltro che resta aderente nell’interno dei vetri della maschera antigas. Essa è comandata dall’esterno mediante un’apposita manetta a forma di bonetto(?). Il movimento dall’esterno si applica attraverso un perno che passa per un foro del vetro della maschera”. Un foro ovviamente fornito di guarnizione ermetica per non far passare il gas. Facile usare l’invenzione: “Basta – spiegò l’inventore – far girare col pollice e l’indice la manetta esterna, la spazzolina si mette in movimento e pulisce il vetro”. Certo non si può avere proprio tutto tutto, perché un quinto del vetro rimaneva appannato, però era un “bel vedere”, dopo. Un aggeggio che non aveva bisogno di particolari trattamenti o di manutenzione continua così come accadeva ai rimedi fino ad allora studiati da intere squadre di tecnici. L’unico problema – per gli sprovveduti – era capire com’è un “coso” a forma di bonetto, ma se l’avessero saputo tutti sarebbe stato troppo semplice.
“Questa invenzione – era il commento del cronista che divulgò la scoperta – sia pur semplice denota l’ingegnosità dei nostri operai, il loro spirito di osservazione e di realizzazione, la loro fervida volontà di rendersi utili”.
Che vantaggi ne ebbe l’inventore? “Ha già avuto – specificava il cronista – il favorevole interessamento delle superiori gerarchie ciò che per questo modesto operaio è già un premio ambitissimo”.

©Riproduzione riservata
Annunci