Incendio al pastificio, grano salvato

Ponte San Giovanni: a rischio 15 mila quintali

1 aprile 1940

In piena battaglia del grano un incendio è scoppiato nel pastificio di Ponte San Giovanni, la sera del 31 marzo. Le fiamme hanno avvolto in poco tempo il silo in cui è stato stivato il grano in attesa di procedere alla macinatura. L’allarme è scattato immediatamente, gli operai hanno visto il fumo e senza porre tempo in mezzo hanno avvertito la direzione. I vigili del fuoco di Perugia sono giunto sul posto dopo poco ed hanno avviato le operazioni di spegnimento. E’ stata una lotta impari però. Le fiamme erano alte ed il fumo fittissimo. Dentro il silo c’era una vera e propria fortuna: quindicimila quintali di grano. Minacciati anche il molino e il pastificio, a poche decine di metri dal grande silo. In aiuto ai vigili del  fuoco di Perugia sono accorse squadre da Foligno e da Terni. Sono intervenuti anche i militari, gli avieri in servizio all’aeroporto di Perugia e i soldati del 51° Reggimento di fanteria.
vigili fuocoLa lotta contro le fiamme è durata fino all’una di notte, quando il calendario segnava già il Primo Aprile. Il silo è stato danneggiato dalle fiamme , ma la grande quantità di grano che vi era contenuta si è salvata. Nessun danno nemmeno al pastificio ed al molino.
Anche dopo che l’incendio è stato spento i vigili del fuoco sono rimasti sul posto per tutto il resto della nottata. Si temeva un nuovo sviluppo dell’incendio e nel caso si era pronti ad intervenire..

Annunci