La trasvolata dell’Umbria

Il 3 marzo 1911
è una data storica per la l’epopea umbra del volo: quel giorno ebbe luogo la prima trasvolata aerea umbra. Una macchina volante impiegò 23 minuti per compiere il tragitto Foligno-Perugia. Fu una sorta di competizione quella che vide partecipare tre aerei che si innalzarono dal campo di aviazione di Foligno. Il punto di arrivo programmato era la Piazza d’Armi di Perugia.
Il primo a posare le ruote del proprio velivolo sull’erba della Piazza d’Armi fu l’aviatore Verona, su un monoplano marca Bleriot; lo stesso tipo di velivolo era utilizzato dall’aviatore Maffeis, che giunse poco dopo Verona in piazza d’Armi. Il terzo partecipante, Le Roye che volava su un biplano Farman quando era già in vista dell’obiettivo, fu invece costretto ad atterrare presso lo stand del tiro a piccione a causa di un guasto al motore.
Pochi i presenti all’avvenimento storico: non furono in molti, infatti, a a ritenere che si trattasse di un fatto per cui valesse la pena di pagare le due lire del prezzo del biglietto d’ingresso a Piazza d’Armi.

Nella foto: Un aereo Bleriot

©Riproduzione riservata

Vedi anche:
Lugnano: Raviso Civili pioniere del volo

Riziero Rapanelli in guerra sui dirigibili


					
Annunci