Luigi Casale, lo scienziato che creò la Siri

Il 22 novembre 1882
luiogi casale 3Nacque a Langasco Novellina, vicino Genova, Luigi Casale, chimico, che divenne noto – negli anni Venti del secolo scorso – per aver inventato un procedimento per la produzione industriale di ammoniaca tramite l’azoto atmosferico. Una scoperta di grande rilevanza economica se si pensa che l’ammoniaca trova impiego in numerose produzioni industriali che vanno da quella dei fertilizzanti per l’agricoltura, alla tessile, dalla fabbricazione di esplosivi alla produzione di nylon fino alla potabilizzazione dell’acqua.
La sua invenzione trovò applicazione pratica con la fondazione della Sias e, a Terni, della Siri (Società italiana di ricerche industriali) che Casale costituì in associazione con la “Terni” e la stessa Sias nel 1925. Già prima, però, proprio con la “Terni”, s’era avviato un impianto capace di produrre trecento chilogrammi al giorno di ammoniaca sintetica. Due anni dopo si arrivò a una tonnellata al giorno. La richiesta sempre crescente fece sì che, nello stabilimento per la produzione di ammoniaca sintetica e suoi derivati costruito a Nera Montoro, si arrivasse a duemila tonnellate annue.
Casale, che s’era laureato in chimica al politecnico di Torino nel 1909, aveva nel frattempo compiuto altri studi ed ottenuto nuovi brevetti. La Siri, che trovò sede a Terni nell’ex ferriera pontificia, nacque proprio per soddisfare l’esigenza di mettere in pratica le nuove invenzioni di Luigi Casale che quando morì, nel 1927 a soli 44 anni, lasciò il brevetto e il quasi completo procedimento per la produzione di alcol metilico sintetico, un carburante per motori a scoppio che aveva nella pratica quasi lo stesso rendimento della benzina comune, ma sottoponeva il motore che lo usava a minori temperature e quindi a minore usura.
La malattia che causò la prematura scomparsa dello scienziato ligure fu valutata come conseguenza diretta del costante contatto con materiali e composti chimici.

©Riproduzione riservata
Annunci