Mussolini in Umbria per l’anniversario della marcia su Roma

Il 30 ottobre 1923

nel quadro delle celebrazioni dell’anniversario della marcia su Roma, Mussolini si reca a Perugia. Alla popolazione locale, parlando della città che fu il quartier generale dell’avvenimento, dice che “il suo cielo purissimo, la sua aria trasparente, il suo orizzonte chiaro, dolce e quasi senza confine, mi spiegano come questa terra sia quella che ha celebrato a volta a volta l’eroismo e la santità”.

Non dimentica Terni, Mussolini. Ad aspettarlo alla stazione ferroviaria trova un folla. Una sosta di pochi minuti, giusto per un saluto che il capo del governo rivolge dal finestrino: “Altrove i prodigi della religione – dice – qui invece il fervore di industrie e un pulsare di officine. Voi sapete o ternani che io amo le città che lavorano, le città dinamiche che non vivono solo del passato ma costruiscono giorno per giorno, il loro più grandioso avvenire! Terni è una di quelle che negli ultimi anni ha progredito col ritmo più veloce”.

Annunci