Suora uccide la superiora a bastonate

monaca34

Il 12 settembre 1954

intorno alla mezzanotte decise che gliela doveva far pagare alla madre superiora. S’alzò dal letto, prese un grosso bastone e si diresse decisa verso la cameretta. La superiora dormiva. Le vibrò due bastonate in testa, uccidendola all’istante. Poi aspettò, pregando, che si facesse giorno e all’alba bussò alla porta della caserma dei carabinieri di Colombella, una frazione di Perugia. Vedendo davanti a loro una monaca i carabinieri non le credettero quando, questa, raccontò: “Ho ammazzato la madre superiora”. Si recarono sul posto e trovarono, però, conferma.
La monaca, suor Anna, 51 anni, era malata di una malattia inguaribile. S’era fissata che la superiora, suor Angelica, fosse contraria al suo trasferimento in una casa di cura a San Faustino, ma volesse invece trattenerla perché continuasse ad occuparsi dell’asilo infantile.
Suor Angelica, la superiora, 71 anni, le aveva parlato il pomeriggio. E le aveva ben spiegato che lei non solo non si opponeva al trasferimento, ma lo aveva sollecitato.
Suor Anna non fu persuasa. I carabinieri l’arrestarono per omicidio volontario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...